Crostata morbida con Namelaka, fragole e mirtilli

Oggi è il primo giorno di primavera, e finalmente c’è il sole (ma fa ancora freddo, non si può avere tutto dalla vita!), e con il sole rinasco e la voglia di caldo ed estate avanza inesorabilmente!
Questa torta l’ho fatta un paio di settimane fa, per usare la crema avanzata per un’altra torta, ma credo che oggi sia la giornata ideale per pubblicare la ricetta.

La base è una semplice crostata morbida,  come questa  o questa, mentre per la crema ho provato a fare la famosa Namelaka.
Per la ricetta della crema mi sono ispirata a quella di ChiaraPassion, una vera garanzia ormai per ogni ricetta.
Ho apportato qualche modifica, per renderla adatta alla mia intolleranza al lattosio (lo so che il cioccolato bianco contiene latte, ho cercato un’alternativa lactose free o vegana ma da me non ho trovato niente, mi sono così limitata a mangiarne un po’ di meno e togliere il lattosio da tutto il resto).
La ricetta prevede latte intero, ma io ho usato quello senza lattosio che è molto acquoso, e credo che questa sia la causa per la quale la crema non è montata quando ci ho provato, ma non è un grave danno, perchè rimettendola al freddo si è ricompattata e l’ho utilizzata senza montarla, ed era buonissima e perfetta anche così.

La crema va fatta con un po’ di anticipo, perchè deve riposare in frigo almeno 8-12 ore.

Passiamo adesso alla ricetta:

Ingredienti:

Per la crostata:
– 90 gr di zucchero
– 2 uova intere
– 80 ml di olio di semi
– 80 g di farina 00
– 70 g di maizena
– 1 cucchiaino di bicarbonato
– scorza di ½ limone grattugiata

Per la crema:
– 170 gr di cioccolato bianco (o se lo trovate cioccolato bianco vegano)
– 200 ml di panna vegetale
– 100 ml di latte senza lattosio
– 40 gr di succo di limone
– 2 gr di colla di pesce
– 25 gr di acqua

Procedimento:

Il giorno prima:
Mettere la gelatina in una ciotola e aggiungere l’acqua per reidatrarla (almeno 5 minuti).
Far fondere il cioccolato a bagnomaria (o se preferite al microonde).
Portare a bollore il latte sul fuoco ed aggiungere la gelatina ben strizzata.
Versare il latte caldo sul cioccolato fuso in tre volte, e mescolare bene in modo che tutto sia ben amalgamato.
Aggiungere la panna fredda e il succo di limone e mescolare circa un minuto con un minipimer (ma senza incorporare aria).
Coprire la crema con della pellicola, in modo che sia a contatto con la crema.
Mettere in frigo e lasciar risposare per almeno 8-12 ore.

Per la crostata
Preriscaldare il forno a 170° ventilato.
In una ciotola montare le uova con lo zucchero per qualche minuto finchè non saranno chiare e soffici.
Aggiungere la scorza di limone e l’olio, versato a filo.
Incorporare a mano la farina con il bicarbonato e la maizena, mi raccomando sempre mescolando dal basso verso l’alto per non smontare tutto!
Ungere una teglia da crostata con la scanalatura.
Versare il composto nella teglia e cuocere per circa 20 minuti.
Quando è cotto togliere la torta dalla teglia e bagnarla leggermente con il latte (o un’altra bagna).
Lasciar raffreddare la crostata.
Nel frattempo togliere la crema dal frigo.

Bagnare nuovamente la crostata e farcirla con la crema.
Decorare con fragole e mirtilli e se volete qualche pezzetto di mandorla tritata.

Vedrete che sparirà in un attimo!!  😉

Laura

About Laura

Amo cucinare, amo fare dolci, amo leggere, viaggiare tramite la fantasia o prendere un aereo e vedere nuovi posti, nuova gente e provare nuovo cibo! Amo fotografare (anche se non sono proprio brava), amo gli animali, in special modo i miei..in parole povere, amo la vita!! Laura

3 Responses to Crostata morbida con Namelaka, fragole e mirtilli

  1. Lucia says:

    Ricetta particolare davvero, e molto invitante 🙂

  2. Mila says:

    La crostata morbida era una crostate che mia mamma preparava spessissimo, ma ho imparato ad apprezzarla solo dopo molti anni!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *